premiere pro cc 2017

Dopo gli aggiornamenti presentati al NAB in Aprile, Adobe ha rilasciato Premiere Pro CC 2017. Con questo update Adobe conferma di volersi rivolgere a videomaker e studi di piccola e media dimensione ma anche a realtà che hanno bisogno di workflow collaborativi e condivisi. Vediamo quali sono le più interessaanti novità di Premiere Pro CC 2017.

Team Projects

La novità più importante di Premiere Pro CC 2017 sono sicuramente i progetti condivisi.
Ancora in versione beta, i Team Projects sono un servizio in cloud che permette a più montatori di lavorare contemporaneamente allo stesso progetto. Inoltre, grazie al dynamic link, un montatore può lavorare al montaggio ed inserire in timeline una composizione di After Effects mentre un motiongrapher ci sta ancora lavorando. La timeline verrà aggiornata dinamicamente.

Per creare un progetto in team è necessario connettersi al proprio account Creative Cloud e creare un nuovo progetto condiviso. I file media potranno essere ospitati localmente, su uno storage condiviso o, come proxy, su Creative Cloud.

premiere pro cc 2017 team projects

Miglioramento degli shortcut da tastiera

In Premiere Pro CC 2017 viene semplificata la creazione di shortcut da tastiera attraverso un’interfaccia grafica. In questo modo darà più semplice visualizzare a quali tasti sono state assegnate le singole scorciatoie. A ciascun tipo di shortcut è assegnato un colore specifico. In viola vedremo le scorciatoie valide in tutta l’applicazione. In verde vedremo le scorciatoie valide per uno specifico pannello. Le scorciatoie possono essere create e modificate come in passato, selezionando il comando dalla lista e assegnando uno shortcut con la tastiera. Oppure si possono inserire shortcut mediante drag and drop trascinando il comando dalla lista sul tasto corrispondente dell’editor visuale.

premiere pro cc 2017 shortcuts

Miglioramente dei sottotitoli

Se Premiere aveva già un buon supporto per i closed captions, lo stesso non si può dire per gli open captions. Per inserire sottotitoli in Premiere, finora si è dovuto fare affidamento ad applicazioni di terze parti o usare la titolatrice con notevole dispendo di tempo ed energia. Il supporto ai sottotitoli open caption, seppure con dei limiti rispetto a soluzioni commerciali specifiche, è una aggiunta utile che in molte situazioni può far risparmiare una notevole quantità di tempo.

Live Text Templates

La funzione Live Text Templates è tra le più interessanti del nuovo aggiornamento. Il testo delle composizioni di After Effects usate in dynamic link può essere modificato direttamente tramite il pannello effetti di Premiere Pro CC 2017. I Live Text Templates sono quindi ideali per qualsiasi video che utilizza elementi grafici che si vogliono riutilizzare modificando solo il testo. Sottopancia, grafiche per news o format ricorrenti potranno essere modificati grazie a un workflow rapido e flessibile.

Migliorato il supporto VR

Già introdotto con la versione CC 2015.3, il supporto per il girato 360° VR è stato migliorato. Ora Premiere Pro CC 2017 riconosce automaticamente alcune impostazioni del girato, il pannello interpreta metraggio permette di impostare gli altri aspetti del file ed è possibile nascondere i comandi relativi al 360° VR dai monitor sorgente e programma per massimizzare lo spazio. Premiere supporta i visori VR e plugin VR di terze parti.

Durante l’export, Premiere Pro CC 2017 inserisce i metadati corretti nel file video in modo che siano riconosciuti automaticamente come VR da Youtube o Facebook.

premiere pro cc 2017 VR

Miglioramenti nel pannello Lumetri

Arriva un ulteriore aggiornamento del pannello Lumetri dopo l’ufficioso abbandono di Speedgrade. In questo modo, la color correction viene sempre più integrata in Premiere. Nel pannello Lumetri sono stati migliorati i selettori del colore e apportati ulteriori miglioramenti alla correzione HSL. In questa versione vengono aggiunti controlli per il workflow HDR ed il supporto allo standard HDR10.

Export nativo DNxHD e DNxHR

Nella versione CC 2015.3 erano stati aggiunti nuovi codec con cui poter lavorare nitidamente e la possibilità di transcodificare in formati intermedi o creare proxy mentre si sta montando. Con la CC 2017, Premiere amplia il supporto ai codec professionali permettendo l’esportazione diretta dei formati QT DNxHDDNxHR.

Altre novità di Premiere Pro CC 2017

Oltre alle novità appena viste ecco una serie di altre nuove funzioni di questo ultimo aggiornamento di Premiere Pro:

  • Nuovi effetti audio ed effetti audio migliorati
  • Nuovi effetti supportati dalla GPU e supporto migliorato per Apple Metal
  • Dynamic link tra Premiere e After Effects migliorato
  • Possibilità di unire più media in un singolo file durante l’importazione sia Premiere Pro che in Media Encoder
  • Possibilità di abilitare/disabilitare tutti gli effetti video in una sequenza direttamente dal program monitor per migliorare la performance o visualizzare la sequenza senza effetti.