inviare file grandi dimensioni internet

Lavorando col video, inviare file di grandi dimensioni via internet è all’ordine del giorno e non tutti possono permettersi sistemi tipo Faspex o Media Shuttle.

Tra le opzioni intermedie, ci sono le piattaforme collaborative come Frame.ioKollaborateWispterLook At o Screenlight. Alcune possono essere integrate direttamente nei software di montaggio e tutte offrono piani gratuiti e a pagamento. Questi sistemi, però, potrebbero risultare complessi per inviare file di grosse dimensioni via internet a un cliente che li deve scaricare con un semplice click.

Se le dimensioni del file sono eccessive e non è necessario una piattaforma collaborativa, ecco alcuni sistemi gratuiti che possiamo usare.

Wetransfer (invio gratis fino a 2 Gb)

Wetransfer è forse il servizio più noto ed utilizzato per inviare file di grandi dimensioni via internet. Si possono inviare gratuitamente fino a 2 Gb. Con una connessione veloce, possiamo inviare più file in parallelo quindi più file da 2Gb in diverse finestre del browser.

L’interfaccia è molto semplice. Si carica il file, si inserisce l’indirizzo email di uno più destinatari e si invia.
A fine caricamento, Wetransfer invia un’email di notifica al mittente ed una al destinatario. Il mittente riceve una notifica anche quando il file viene scaricato. Nella versione gratuita, il file è disponibile per 7 giorni.

Wetransfer Plus costa 12€ al mese o 120€ all’anno. Offre uno spazio di archiviazione di 100 Gb e permette di inviare file di dimensioni fino a 20 Gb. I file possono essere cancellati dall’utente per liberare spazio oppure automaticamente. Il tempo di default della cancellazione automatica è di 4 settimane ma può essere impostata dall’utente.

Se si sbaglia a inserire l’indirizzo del destinatario si riceve una notifica di mancata consegna. Il tempo di invio della notifica è variabile e può passare anche diverso tempo. Altri sistemi non hanno questa funzione ed è necessario stare molto attenti quando si scrivono gli indirizzi email.

wetransfer screenshot

Filemail (invio gratis fino a 30 Gb)

Filemail ha un limite di invio gratuito di ben 30 Gb. Il funzionamento è simile a Wetransfer.
Il mittente e il destinatario ricevono la notifica dell’invio ed il link di scaricamento. Non viene notificato se non è stato possibile inviare il messaggio a causa di un indirizzo email sbagliato o una casella email piena o non più attiva. I file vengono mantenuti sul server per 7 giorni, nella versione gratuita.

Con Filemail si possono scaricare i file via torrent e via ftp. L’opzione può essere comoda se si ricevono più file e non serve scaricarli tutti. Lo scaricamento tramite ftp è anche più veloce. Usando il link ricevuto via email i file vengono zippati dal sistema prima dello scaricamento. Se l’invio è di grosse dimensioni questo può prendere tempo. Lo scaricamento via ftp permette,invece, l’accesso diretto ai file.

Filemail offre due versioni a pagamento, la Pro, a 9$ al mese e la Business a 15$ al mese ognuna con caratteristiche diverse.

filemail

MyAirBridge (invio gratis fino a 20 Gb)

Anche MyAirBridge è semplice e intuitivo da utilizzare. Il limite di invio, per la versione gratuita, è di 20 Gb. I file vengono mantenuti sul server solo 2 giorni (3 giorni se ci si registra al sito). Si può inviare il file a più destinatari e vengono notificati caricamento e scaricamento.

my air bridge

Dropbox

Dropbox è uno dei servizi di cloud storage più famosi. Offre 2 Gb di spazio estensibili fino a 18 Gb invitando amici e colleghi ad iscriversi al sito, installando Dropbox sul proprio computer, collegando l’account ai social network.

La versione base è molto limitata. Le versioni Pro offre 1Tb + lo spazio base a 99€ all’anno. La versione Business ha piani di fatturazione variabili.

La condivisione del file con Dropbox è molto semplice sia da web che da desktop che da mobile.

dropbox

Un piccolo trucco per chi invia i propri file tramite dropbox. Di solito il link di condivisione di un file, rimanda a una pagina di Dropbox. Si può inviare un link di download diretto semplicemente sostituendo l’ultima parte del link.
Ad esempio, il link https://www.dropbox.com/s/own3xg8a83j7a3s/dropboxExample.pdf?dl=0 porterà ad una pagina di dropbox. Sostituendo lo 0 finale con un 1 di ottiene un link di download direttohttps://www.dropbox.com/s/own3xg8a83j7a3s/dropboxExample.pdf?dl=1

Rispetto ad altri è l’utente a decidere (spazio permettendo) quando cancellare il file, ma non si ricevono notifiche quando il file viene scaricato.

Google Drive

Il funzionamento di Google Drive è molto simile a quello di Dropbox. Lo spazio gratuito di base è di 15 Gb. Questo spazio, però, viene condiviso da tutti i servizi Google.  Quindi se si occupano 2 Gb di spazio con email, allegati, foto e altri servizi lo spazio disponibile sul drive sarà di 13 Gb. Non occupano spazio i documenti nel formato Google Docs.

google drive

Anche con Google Drive è possibile ottenere un link da inviare via email al destinatario sia dall’interfaccia web che con l’app desktop e mobile. Inoltre Google Drive si interfaccia anche con applicazioni di terze parti. Ad esempio, il noto software ftp Cyberduck ha annunciato, nella prossima versione 5, l’integrazione con Google Drive.

Naturalmente questi non sono gli unici sistemi per condividere ed inviare file di grandi dimensioni su internet. Esistono numerosi sistemi simili a Wetransfer o Dropbox.

Anche Vimeo, a partire dalla versione Plus può essere utilizzato per inviare video perché permette lo scaricamento del file originale usato caricato sul proprio account.

Avete da segnalare altri metodi di invio o condivisione dei file che possono essere usati per i video? Potete farlo nei commenti qui sotto!