frame io

Frame.io, è una piattaforma collaborativa di revisione e video sharing che può essere utilizzata autonomamente, o sfruttare l’integrazione con Final Cut X e Premiere Pro. Pochi giorni fa è stata presentata la nuova app per iPhone che è possibile scaricare gratuitamente dall’app store e che permette l’utilizzo del sistema direttamente dallo smartphone Apple.

Mi capita spesso di usare strumenti per la gestione condivisa di progetti, a partire da Google Documents, a Trello o Toggl per il time tracking. Quando si tratta di inviare file video, di solito, uso Dropbox, Wetransfer o Filemail e, in casi, Faspex, mentre per la pubblicazione online, sia pubblica che privata, uso Vimeo o Youtube.

Lo scorso anno avevo creato il mio account gratuito di Frame.io, quando la piattaforma era stata lanciata in versione beta, ma non avevo mai avuto l’occasione di provarla. Nel corso del tempo, sono state aggiunte nuove funzionalità: prima l’integrazione con Final Cut Pro X, più recentemente quella con Premiere e da qualche giorno anche un’app per iPhone che è possibile scaricare gratuitamente dall’app store. Incuriosito da queste novità ho deciso di tornare sul sito e provare Frame.io per capire quanto e come possa essere utile a chi si occupa di produzione e post produzione video.

Registrazione e creazione dei progetti

Frame.io offre un account gratuito di base con 2Gb di spazio, la possibilità di creare un solo progetto, oltre al progetto demo già presente sul sistema, e di invitare fino a 5 collaboratori. I piani a pagamento partono dai 15$ al mese della versione Starter fino ai 400$ della versione Business.
La registrazione è molto semplice, basta inserire la propria email, il proprio nome e scegliere una password. Se si ha un account Gmail vengono utilizzate le credenziali già esistenti. Appena eseguito il login sarà possibile, fin da subito, usare il progetto demo per testare il sistema, o iniziare a creare i propri progetti (solo uno nella versione gratuita).

Una piattaforma collaborativa

La prima domanda che ci si pone di fronte a un sistema come Frame.io è: cos’è una piattaforma collaborativa? Usando un sistema come Vimeo o Dropbox per condividere un lavoro in corso con dei collaboratori a distanza, si utilizzano l’email, Skype o il telefono per scambiarsi delle opinioni o fare delle annotazioni sul filmato. Frame.io integra, invece, la possibilità di fare annotazioni direttamente nel sistema. È possibile inserire dei commenti ad un timecode specifico che può essere richiamato immediatamente sul video cliccando sul commento che appare in un elenco sul lato destro del player: oltre ai commenti scritti è possibile “disegnare” direttamente sul filmato per creare un riferimento visivo a qualcosa di specifico nel fotogramma. Si può rispondere ad ogni commento, avviare un thread di discussione segnalare come “completata” la richiesta fatta attraverso uno specifico commento.
L’ordine in cui appaiono i commenti può essere modificato secondo parametri predefiniti e i commenti possono essere scaricati come file di testo che riporterà i timecode a cui le annotazioni fanno riferimento. Inoltre, è presente una funzione di ricerca tra i commenti, utile per i progetti più complessi.

frame-io-screeshot

Condivisione e permessi

Gli utenti di un account di Frame.io sono divisi tra team members e collaborators. Nelle versioni Business e Team di Frame.io è possibile creare più team members, mentre dalla free Free alla Professional, l’unico team member è il proprietario dell’account: tutti gli altri partecipanti al progetto sono collaboratori. La differenza principale tra le due figure è che il team member ha tutti i privilegi del proprietario dell’account quindi può vedere tutti i progetti, crearne di nuovi, aggiungere collaboratori e stabilire le proprietà del progetto.
Il collaboratore, invece, deve essere invitato da un team member a un progetto specifico ed ha una serie di permessi che vengono impostati globalmente per ciascun progetto quando questo viene creato. I permessi includono la possibilità di scaricare i file, invitare altri membri, condividere i link al video.
Ognuna di queste opzioni può essere modificata da un team member anche in seguito. Non è possibile assegnare dei permessi specifici a ciascun partecipante ma tutti i collaboratori a un progetto hanno glie stessi permessi.

frame-io-project-settings

La finestra di ciascun progetto si presenta con delle icone di anteprima di ciascun video che possono essere organizzate trascinandole col mouse oppure secondo parametri predeterminati: ordine alfabetico, ordine di caricamento, rating, etc..

frame-io-screeshot-2

Facendo doppio clic su una delle icone si apre il filmato corrispondente. La navigazione del video avviene attraverso il pulsante play, il mouse o coi canonici tasti J, K, L ed è possibile visualizzare il tempo in formato standard (ore, minuti, secondi), timecode o fotogrammi.
Se i permessi sono stati impostati in tal senso, il video può essere scaricato, possono essere creati degli screenshot di un particolare fotogramma con un semplice click, è possibile modificare la qualità di visualizzazione o guardare il video in full screen. È anche possibile condividere il link di un filmato con persone non iscritte a Frame.io o al di fuori del team di collaboratori, attraverso un link diretto che può essere pubblico o protetto da password.

Gestione delle versioni

Una delle caratteristiche che ho trovato più interessanti di Frame.io è la possibilità di caricare versioni diverse dello stesso filmato e utilizzarle in un sistema di version control. Nella finestra di progetto, trascinando due filmati uno sull’altro, questi vengono visti come un filmato unico con più versioni. Nella finestra del player, poi, si può selezionare, da un menu a tendina, la versione del filmato che si vuole vedere e perfino confrontare due versioni mandandole in play una di fianco all’altra.

frame-io-screeshot-3

Caricamento dei file

I creatori di Frame.io affermano, sul loro sito, che il loro sistema permette upload molto veloci su reti a banda ultralarga, perfino più veloci di sistemi tipo Faspex o Media Shuttle. Non ho avuto modo di provare il sistema su una linea molto veloce, per cui, da questo punto di vista, non posso fare un paragone con altri sistemi che uso.
Una caratteristica che mi ha colpito positivamente è che, mentre si carica un file, è possibile a navigare nell’interfaccia e continuare utilizzare il sistema. Inoltre, la velocità con cui il video è disponibile terminato il caricamento è particolarmente breve.

Integrazione

Una delle cose su cui Frame.io punta da quando è nato, è l’integrazione coi software di montaggio. Attualmente l’integrazione è disponibile per Final Cut X e Premiere. Non ho avuto ancora modo di provare queste funzioni ma riporto in breve le funzioni che sono state create specificamente per l’app gratuita per iPhone rilasciata da pochi giorni:

  • Comment Replay – il video può essere mandato il loop in un range di 4 secondi intorno a ciascun commento in modo da avere un’idea del contesto.
  • TouchScrub – basta far scorrere un dito su un thumbnail per avviare un’anteprima del filmato.
  • Supporto per il 3D Touch.
  • Supporto per il Touch ID.
  • Notifiche.