«Provo a importare il video ma il software di montaggio video non lo vede» mi dice il io collega.
«Ah», rispondo, «e in che formato è?»
«H264, di solito non ho problemi con l’H264»
«Non sarà mica in AVI?» gli chiedo.

Dialogo tipico di una giornata qualunque di lavoro.

AVI questo (quasi) sconosciuto

AVI è un contenitore video sviluppato da Microsoft nel 1992 e aggiornato, successivamente, nel 1996 alla versione ufficiosamente conosciuta come AVI 2.0.

AVI supporta essenze (tracce) video e audio in vari codec; non supporta “ufficialmente” tracce sottotitoli.

Nel tempo, diversi produttori hanno rilasciato diverse varianti che aggiungono funzioni nuove all’AVI di Microsoft, ad esempio il supporto per i sottotitoli ma soprattutto la possibilità di gestire nuovi codec, come l’H264.

Questo significa che ci sono software in grado di esportare un H264 con estensione AVI, e camere che possono girare in questo formato ma in entrambi i casi siamo di fronte a un AVI non standard. Quindi, non è scontato che il software che usiamo sia in grado di leggere un H264 con estensione AVI.

In questo caso, possiamo tentare diverse cose.

Verificare il codec.

Quando ci troviamo di fronte a un file audio o video che non riusciamo ad aprire, dobbiamo, prima di tutto, verificare i codec utilizzati.

Un software come MediaInfo è molto utile per avere informazioni dettagliate sul file.

Accertiamoci anche che il file non sia corrotto provando ad aprirlo con un player come VLC, che è in grado di leggere moltissimi codec.

Se VLC legge il file e Mediainfo ci conferma che è un H264, abbiamo due opzioni.

Reincapsulare il file

Se il software di montaggio che usiamo non legge un H264 con estensione AVI, proviamo a reincapsulare il file, cioé convertiamolo in .mp4 ma senza ricomprimerlo.

Per reincapsulare il file, possiamo usare ffmpeg tramite interfaccia grafica o tramite il comando:

ffmpeg <filesorgente.avi> -vcodec copy -acodec copy <filedestinazione.mp4>

Il reincapsulamento durerà più o meno il tempo che impiegheremo a copiare il file da una cartella all’altra del nostro hard disk.

Ricomprimere il file

Se il reincapsulamento non dovesse funzionare non ci tocca che ricomprimere il file con un software in grado di leggerlo. Generalmente, se VLC legge il file, lo legge anche Handbrake.

Handbrake è un software di conversione gratuito, semplice e intuitivo. È importante, anche qui, esportare usando il codec H264 in un contenitore .mp4.