In uno scorso tutorial, abbiamo visto come esportare un DCP da Premiere Pro tramite la versione gratuita del plug-in Wraptor inclusa nel software. Oggi, invece, vedremo come esportare un DCP utilizzando DaVinci Resolve 16.5.

Cos’è un DCP

In poche parole, un DCP è una cartella che contiene tutti file necessari (audio, video e metadati) per poter proiettare un film in un una sala cinematografica che utilizza un server digitale. Per approfondire l’argomento, rimandiamo ai due articoli specifici:

Presupposti del tutorial

Utilizzeremo DaVinci Resolve 16.5 per convertire in DCP, un master di alta qualità (nell’esempio un ProRes 422 HQ) già esportato. Non vedremo, invece, come esportare un DCP direttamente da una timeline montata in DaVinci Resolve.

Nel tutorial useremo un file con le seguenti caratteristiche:

  • Risoluzione Full HD (1920 x 1080) – aspect ratio 1.78:1
  • Audio Stereo
  • Frame rate 24 fps

Naturalmente è possibile esportare file con caratteristiche diverse (per esportare un DCP 4K è necessario DaVinci Resolve Studio) ma sono necessarie alcune considerazioni.

Frame rate

Lo standard DCP più recente (SMPTE) prevede la compatibilità con diversi frame rate:

  • 24, 25, 30, 48, 50, e 60 fps per il 2K
  • 24, 25, e 30 fps per il 4K
  • 24 e 48 fps per il 2K stereoscopico

Nonostante ciò, è sempre meglio verificare in anticipo col proiezionista se possiamo consegnargli un DCP con frame rate diverso dai 24 fps, che è il gold standard per la maggior parte dei cinema e quello che causa meno problemi coi diversi server di proiezione.

Formato audio

Lo standard del cinema digitale prevede che il formato audio del film da proiettare sia almeno un 5.1 ma in produzioni medio-piccole è più facile che l’audio sia in stereo. Anche se molti server non hanno problemi a riprodurre un DCP con audio stereo, per garantire maggiore compatibilità, inseriremo il file stereo in una timeline 5.1 lasciando vuoti i canali inutilizzati. Nella scheda tecnica del DCP che consegneremo al proiezionista, specificheremo che l’audio è presente soltanto nei primi due canali (L/R).

Aspect ratio

I DCP utilizzano principalmente due aspect ratio:

  • Flat (1998 × 1080 per il 2K e 3996 × 2160 per il 4K) – aspect ratio 1.85:1
  • Scope (2048 × 858 per il 2K e 4096 × 1716 per il 4K) – aspect ratio 2.39:1

In questi due “contenitori” possiamo inserire anche video con aspect ratio diverso scegliendo, tra i due, il più vicino a quello del file sorgente. L’aspect ratio di un file Full HD (1920 × 1080) è 1.78:1, quindi molto vicino al 1.85:1 del contenitore 2K Flat, ed è proprio in questo formato che esporteremo il DCP.

Impostiamo il progetto

Come dicevamo, esporteremo il DCP come 2K Flat, quindi creeremo un progetto di Resolve in questo formato, ricordandoci di impostare anche il frame rate corretto.

impostazione progetto

Creiamo una nuova timeline.

Impostato il progetto, creiamo una nuova timeline di DaVinci Resolve in modo che contenga 6 tracce mono (5+1).

Impostiamo il file video

Una volta importato il file video, modifichiamone la configurazione audio.

Come dicevamo, il file di partenza è stereo, quindi dobbiamo fare in modo che i canali L e R vengano mappati correttamente in un DCP 5.1

  • Clicchiamo sulla clip video col tasto destro e selezioniamo clip attributes
  • Spostiamoci nel pannello audio degli attributi della clip
  • Impostiamo come “mono” il formato dei nuovi canali audio
  • Impostiamo il formato del canale audio della clip sempre come “mono”
  • Aggiungiamo un nuovo canale audio e facciamo in modo che corrisponda al secondo canale audio della clip.

In questo modo, avremo due canali mono che verranno inseriti come tracce separate nella timeline.

impostazione audio clip

Inseriamo il file video nella timeline

Posizioniamo il file master nella timeline. Se abbiamo fatto eseguito correttamente il passaggio precedente, i due canali audio della clip verranno inseriti nelle tracce A1 e A2.

clip nella timeline

Impostiamo l’audio della sequenza

Prima di passare all’esportazione, dobbiamo mappare correttamente i canali audio. Prima di tutto impostiamo l’audio master della sequenza in 5.1:

  • Spostiamoci nel al panello fairlight di DaVinci Resolve
  • Selezioniamo il menu fairlight > bus format
  • Nella finestra bus format, cambiamo il formato del bus principale in 5.1
impostazione main bus

Mappiamo i canali

Ora faremo in modo che le sei tracce audio della sequenza vengano viste come un’unica traccia 5.1 durante l’export del DCP.

  • Selezioniamo il menu fairlight > link group
  • Dalla finestra link group selezioniamo tutte e sei le tracce audio della timeline
  • Vedremo apparire in basso a destra due pulsanti.
  • Clicchiamo sul pulsante che imposta il formato 5.1 (non 5.1 film)

Ora le singole tracce mono della timeline sono mappate in un unico stream 5.1 nel formato L R C Lfe Ls Rs, che è lo standard per i DCP.

impostazione audio 5.1

Prepariamo l’esportazione

Ora siamo pronti a esportare:

  • Spostiamoci nel pannello deliver
  • Impostiamo il formato di esportazione come DCP
  • Usiamo come codec Kakadu Jpeg 2000.

NOTA: Easydcp è molto più veloce ma dobbiamo avere una licenza a pagamento di easydcp Resolve per utilizzarlo. Tuttavia, se vogliamo comunque usare Easydcp per testare la differenza, DaVinci esporterà il video con un watermark.

  • Impostiamo l’aspect ratio corretto in base al file che stiamo esportando (in questo caso 2K DCI Flat)
  • Se vogliamo esportare un DCP InterOp, abilitiamo use interop packaging. Per un DCP SMPTE lasciamo l’opzione disabilitata
  • Impostiamo il bitrate

NOTA: Per un DCP 2K, 125 Mbps è sufficiente. Possiamo aumentare il bitrate ma dobbiamo tenere in considerazione che alcuni server più vecchi potrebbero non essere in grado di riprodurre un DCP con un bitrate di 250 Mbps.

impostazione export video

Controlliamo le impostazioni audio

Ora verifichiamo che le impostazioni nel pannello audio siano corrette:

  • Codec: linear PCM
  • Sample rate: 48Khz
  • Audio: 5.1
impostazione export audio

Ultimi passi

A questo punto, siamo quasi pronti a esportare:

  • Impostiamo la cartella in cui salvare l’export
  • Aggiungiamo il file alla coda di rendering
  • Renderizziamo

Durante l’export noteremo che il video avrà dei colori strani. DaVinci Resolve esegue automaticamente la conversione nello spazio colore DCI XYZ. Non spaventiamoci, è corretto così.

Finito l’export (che probabilmente sarà molto lungo) possiamo verificare che il DCP abbia i colori corretti e che tutto sia andato per il meglio, reimportando la cartella DCP in DaVinci Resolve (il software la vedrà come un’unica clip).