Abbiamo finito di girare, l’operatore o il cliente ci hanno appena consegnato il materiale e non vediamo l’ora di iniziare a montare. Troppo spesso, però, ci dimentichiamo che alcune operazioni fatte prima di immergerci nel nostro flusso creativo, possono risparmiarci un sacco di grattacapi. Ecco cinque cose da tenere in considerazione ogni volta che creiamo un nuovo progetto di Premiere Pro.

Usiamo un template per le cartelle del progetto

Apparentemente, organizzare le cartelle di lavoro prima del montaggio sembra una perdita di tempo. Ma tenere insieme video, audio, grafiche e altri file, è addirittura peggio. Inoltre quando ce ne accorgiamo, di solito è troppo tardi. Il materiale di ogni singolo progetto, dovrebbe essere suddiviso in una struttura ordinata di cartelle e sottocartelle. Piuttosto che crearle sempre da zero possiamo salvare alcune cartelle vuote da riutilizzare come template in ogni nuovo progetto. Possiamo farlo manualmente o scaricare il software gratuito Post Haste, per Mac e per Windows, che crea automaticamente template già pronti o personalizzabili.

Post Haste

Niente caratteri strani

Per garantire la massima compatibilità tra diversi sistemi operativi, non utilizziamo caratteri speciali nei nomi di file o cartelle. Anzi, meglio non usare nulla che non sia una lettera, un numero, un trattino o un underscore.

Copiamo le clip nell’hard disk di lavoro

Sembra un consiglio banale, ma c’è chi monta i file direttamente dalle schede di memoria. Non facciamolo mai! Basta una distrazione per perdere un intero lavoro. Senza considerare i problemi di backup e archiviazione. Copiamo sempre i file video nella cartella di progetto (in una apposita sottocartella) e facciamone subito un backup! Due sono ancora meglio.

Manteniamo la struttura originale delle cartelle

Quando trasferiamo il girato da una scheda SD o da un qualsiasi altro supporto, copiamo tutto, non solo i file video. Mantenendo la struttura originale delle cartelle, siamo sicuri di non perdere metadati importanti, necessari al programma di montaggio o ad eventuali software su cui eseguiamo delle lavorazioni specifiche, come il compositing o la color correction.

struttura cartelle

Transcodifichiamo i file

Premiere Pro è un software estremamente flessibile con cui possiamo montare virtualmente qualsiasi formato senza transcodificarlo. Basta importare le clip e trascinarle sulla timeline. Ciò non significa che questo sia il modo più efficiente di lavorare. La maggior parte dei video prodotti dalle fotocamere DSLR, mirrorless e da molte camere prosumer, non usano codec ottimizzati per il montaggio ma per ottenere un file visivamente di alta qualità che occupi meno spazio possibile sulle schede di memoria. H264 o H265, soprattutto ad alta risoluzione, potrebbero richiedere computer con importanti risorse grafiche e di calcolo. Certo, nessuno ci impedisce di montare direttamente con questi formati ma consideriamo sempre la possibilità di usare dei proxy o di transcodificare i file prima di lavorare. Potremo avere un’esperienza di montaggio più fluido e veloce.

Ti piace Thepostspot? Fai una donazione!

Thepostspot è un sito gratuito ma richiede un investimento di tempo e hai dei costi di hosting. Se ti piace il nostro lavoro, una piccola donazione per coprire queste spese sarebbe molto apprezzata. Grazie!

Write A Comment